In cooperazione con Amazon.it

Vitamina C: Cos’è? A Cosa Serve?

La vitamina C o acido ascorbico ha una struttura che si può considerare derivata dai monosaccaridi.

La sua funzione nell’uomo (incapace a sintetizzarla da se), è legata alla sua proprietà di ossidarsi e trasformarsi in modo reversibile in acido deidroascorbico.

La stabilità di questa vitamina è particolarmente bassa, in quanto la sua struttura la rende sensibile ai processi ossidativi favoriti in particolare dalla luce e dal calore.

Tuttavia, questa “capacità” di ossidarsi viene sfruttata quando l’acido ascorbico viene impiegato come additivo antiossidante.

L’acido deidroascorbico, ancora attivo, può perdere irreversibilmente la sua struttura ciclica per trasformarsi in acido dichetogulonico, privo di attività vitaminica.

La presenza della vitamina C nell’organismo è indispensabile per l’attività di alcuni enzimi, come quelli che catalizzano la sintesi della carnitina (coinvolta nel metabolismo dei grassi) e del collagene, componente importante di legamenti, pelle e vasi sanguigni.

La vitamina C partecipa alla formazione delle cicatrici e alla guarigione delle ferite, aiuta a riparare e a mantenere in salute le cartilagini, le ossa e i denti.

Si ritiene inoltre, che la sua azione antiossidante (contrasta la formazione di radicali liberi)  possa prevenire fenomeni ossidativi all’interno e all’esterno della cellula e che faciliti l’assorbimento del ferro, in particolare in quello presente negli alimenti di origine vegetale.

La carenza di vitamina C si evidenzia con manifestazioni emorragiche a livello delle gengive e della cute.

Si evidenzia inoltre con la scarsa capacità di combattere le infezioni e di guarire le ferite.

Per quanto riguarda il fabbisogno giornaliero, esso può variare dai 35 mg al giorno dei bambini ai 90 mg al giorno per gli adolescenti, ai 105 mg al giorno per gli adulti.

 

Quali sono gli alimenti contenenti vitamina C?

La vitamina C è presente in concentrazione variabile in tutta la frutta e la verdura.

I frutti più ricchi di vitamina C sono, uva, ribes, papaya, ananas, fragole, agrumi, melone, mango, lamponi e mirtilli; anche il kiwi è molto ricco di vitamina C.

Fra le verdure, invece, ne sono ricchi i peperoni, i broccoli, i cavoli, i cavolini di Bruxelles e i cavolfiori, gli spinaci, le cime di rapa e le altre verdure a foglia, le patate, i pomodori e la zucca.

Tuttavia, è buona prassi ricordare che il contenuto di vitamina C negli alimenti può variare a seconda del periodo di conservazione e/o cottura.

Un importante aiuto arriva dagli integratori, capaci di apportare la giusta dose giornaliera, li dove è carente.

 

Vitamaze® Vitamina C Pura 1000 mg Alto Dosaggio + Zinco 

 

 

Vitamina C 1000mg ad Alto Dosaggio 

 

 

Equilibra Vitamina C 500 Masticabile 

 

 

Esi Vitamina Cpura 1000 mg Retard 90 ccompresse 

 

 

VITAMINA C 1000 mg ALTO DOSAGGIO  

 

 

Vitamina C Polvere 500 g 

 

 

VITALDIN Vitamina C Gummies 


Articolo tratto da: “Prodotti dietetici” – Evangelisti, Restani – Ed. Piccin

 

 

Lascia un commento