In cooperazione con Amazon.it

Reflusso Gastrico E Dispepsia : Cause e Sintomi

Reflusso Gastrico E Dispepsia : Cause e Sintomi

 

 

Con Malattia da Reflusso Gastrico o Reflusso Gastroesofageo si intende il passaggio retrogrado del contenuto dello stomaco attraverso lo sfintere esofageo inferiore nell’esofago.

Il Reflusso Gastrico tuttavia, è un fenomeno abbastanza comune nella popolazione e può manifestarsi anche più volte al giorno e che non sempre causa disturbi.

Reflusso Gastrico E Dispepsia : Cause e Sintomi

Parliamo di Malattia da Reflusso Gastroesofageo quando i sintomi sono più rilevanti o se sono presenti segni o danni a carico dell’esofago.

Il Consensus di Montreal del 2006 da una definizione del disturbo come : “una condizione che si sviluppa quando un reflusso di contenuto gastrico in esofago causa sintomi o complicanze”.

La malattia da reflusso gastroesofageo ha un’eziologia multifattoriale e tra i vari fattori fisiologici che possono favorirla vi sono l’ernia iatale, l’insufficienza dello sfintere esofageo inferiore, rilasciamenti transitori dello sfintere esofageo inferiore, ritardo nello svuotamento gastrico, obesità addominale e inefficacia della capacità di clearance esofagea.

La localizzazione dei sintomi che accompagnano tale patologia è fondamentale per riuscire a caratterizzare la problematica.

I segni caratteristici si irradiano a partire dal centro dell’addome fino al collo.

I sintomi caratterizzanti il reflusso sono la pirosi retrosternale, una sensazione di bruciore che dallo stomaco si irradia verso l’alto, e il rigurgito acido,avvertito come la risalita di liquido di sapore acido o amaro in bocca.

Si manifestano ,quindi, fenomeni come :

  • tosse da reflusso
  • laringite da reflusso
  • asma da reflusso
  • erosione dentale da reflusso

 

La Dispepsia invece…

E’ caratterizzata da diversi sintomi : Ripienezza Postprandiale, Sazietà precoce, Dolore Epigastrico, Bruciore Epigastrico.

I sintomi principali sono localizzati a livello della zona centrale dell’addome superiore (a livello epigastico).

Le cause possono essere diverse : alterazioni dell’equilibrio tra secrezione acida gastrica e fattori di protezione, stress e fattori psicologici, alterazioni della motilità gastrointestinale, effetti indesiderati da farmaci e da Helicobacter Pilory.

Il Dolore Epigastrico è riferito come una sensazione soggettiva spiacevole.

Il Bruciore Epigastrico invece si riferisce ad una sensazione sgradevole come di calore.

La Ripienezza Postprandiale è una sensazione spiacevole di prolungata persistenza di cibo nello stomaco.

La Sazietà Precoce è una sensazione di pienezza dello stomaco subito dopo l’inizio di un pasto.

Nausea, vomito o gonfiore addominale occasionali possono accompagnare i sintomi della dispepsia.

Inoltre, fumo, eccesso di alcol, pasti abbondanti e ricchi in grassi, cibi potenzialmente irritanti per la mucosa gastrica possono dar vita a problematiche gastro-esofagee.

 

 

Segue Reflusso Gastrico e Dispepsia : Cosa Mangiare e Rimedi

 

Articolo tratto da : “Inquadramento Clinico e Gestione dei Disturbi Minori in Farmacia” – C.G. Marassi – Ed. Edra

Lascia un commento