In cooperazione con Amazon.it

L’Influenza e Le Malattie Invernali

L’Influenza e Le Malattie Invernali

 

L’Influenza e Le Malattie Invernali
Foto di Polina Tankilevitch

 

 

Come difendersi? Le cose che bisogna sapere.

 

La febbre è un campanello d’allarme dell’organismo e insorge spesso bruscamente, sale di sovente sopra i 38°C.

E’ spesso accompagnata da quel senso di spossatezza, quel senso fastidioso di ossa rotte, la testa pesante.

Sono i segni classici dell’influenza.

Di solito passa nel giro di qualche giorno,ma spesso lascia degli strascichi che si ripercuotono per una ventina di giorni.

A causare l’influenza è sempre un virus, per cui gli antibiotici non servono a nulla o meglio servono sempre dopo un consulto medico, spesso per malattie associate all’influenza (come mal di gola, bronchite, polmonite).

Il riposo e la continua idratazione sono un toccasana per combattere l’influenza e riprendersi al meglio.

E’ inutile pensare di poter continuare la vita di tutti i giorni, affaticandoci, potremmo peggiorarne i sintomi.

Alle prime avvisaglie, meglio riposarsi e prendersi cura di se.

L’imperativo è riposarsi, risparmiare energie, affaticandoci il meno possibile, per combattere al meglio il virus.

Ricordiamoci di bere molto, soprattutto se la febbre è elevata e ci fa sudare : acqua, centrifugati di verdura, frullati e tè aiutano a mantenere la giusta idratazione, grazie anche all’apporto di vitamine e antiossidanti.

Un’importante regola da seguire inoltre, è quella di non sovraccaricare la digestione, preferendo pasti leggeri, ma proteici, di fondamentale importanza per la produzione di anticorpi.

Per abbassare la febbre e per attenuare i disturbi dovuti all’infezione si ricorre spesso all’uso di antipiretici e antinfiammatori, acquistabili come farmaci da banco, prodotti di automedicazione.

Il consiglio del farmacista e /o del medico in alcuni casi è di fondamentale importanza.

Bisogna tener presente che il farmaco da banco, è si acquistabile senza l’obbligo di ricetta, ma è un farmaco a tutti gli effetti, con i suoi benefici, ma soprattutto con i suoi effetti collaterali e va usato con buon senso e responsabilità.

Lascia un commento