In cooperazione con Amazon.it

Il Mal di Schiena: Una Breve Descrizione, le Differenze

IL MAL DI SCHIENA

 

Il Mal di Schiena o Lombalgia costituisce una delle principali cause di dolore muscolo – scheletrico e di disabilità, colpisce infatti il 50% dei soggetti con età superiore a 60 anni.

Anche soggetti di età inferiore riferiscono di almeno un episodio di mal di schiena nell’arco della loro vita.

Il mal di schiena
Immagina presa da topdoctors.it

 

Il dolore è il sintomo più comune associato ai problemi del sistema muscolo – scheletrico.

Si inizia col determinare la circostanza che lo possono aver causato, la localizzazione, le irradiazioni, ecc.

Il dolore “osseo” è in genere percepito come noioso e penetrante, spesso peggiora durante la notte.

Il dolore associato ad una frattura invece, è tagliente ed è spesso aggravato dal movimento.

Il dolore lancinante è indicativo di intrappolamento del nervo.

Patologie come Artrosi e Artrite reumatoide possono causare dolore cronico, ad esempio.

 

Il Mal di schiena o Lombalgia può essere suddiviso in:

  1. Lombalgia meccanica: dolore causato da un’elevata sollecitazione o stimolazione delle strutture muscolo-scheletriche oppure come un dolore causato da un trauma o da una deformità di una struttura anatomica. Stiramenti dei legamenti, strappi muscolari e lesioni del disco possono essere sospettati se l’esordio della lombalgia è improvviso.
  2. Lombalgia non meccanica: incide per il 3% circa e le cause più frequenti sono rappresentate da tumori, infezioni, flogosi, aneurisma aortico e malattie sistemiche.

 

Il sito del dolore al quale si fa riferimento non è necessariamente il sito della patologia.

La lombalgia può avere un andamento acuto, subacuto o cronico.

  1. Nella lombalgia con andamento acuto si ha presenza di dolore, associato o meno a limitazione funzionale. Questa sintomatologia può determinare l’impossibilità al normale svolgimento delle attività d vita quotidiane. Può durare un mese.
  2. Nella lombalgia con andamento subacuto, la sintomatologia può protrarsi per tre mesi circa. Il dolore è correlato ad eventi precedenti o incidenti, episodi che richiedono test diagnostici specifici.
  3. Nella lombalgia con andamento cronico invece, i sintomi si protraggono per oltre tre mesi.

Parleremo di lombo-sciatalgia quando è presente una lombalgia con irradiazione dolorosa al di sotto del ginocchio.

Si parla, invece, di lombo-cruralgia quando è presente una lombalgia con irradiazione dolorosa a livello inguinale omolaterale.

 

Articolo tratto da : “Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia” – C.G. Marassi – S.Miggos – G.Gandolini – Edra edizioni

 

 

Potrebbe interessarti : Il Mal di Schiena:Rimedi Naturali e Dispositivi

Lascia un commento