In cooperazione con Amazon.it

Coronavirus E Animali Domestici : Le Risposte Dell’Associazione Mondiale Veterinari WSAVA

Coronavirus E Animali Domestici : Le Risposte Dell’Associazione Mondiale Veterinari WSAVA

 

Risposte a domande frequenti del Prof. Scott Weese – Università di Guelph(Canada).

 

Coronavirus E Animali Domestici : Le Risposte Dell'Associazione Mondiale Veterinari WSAVA

 Il nCoV-2019 può infettare gli animali domestici?

Attualmente non ci sono prove che gli animali domestici possano essere infettati da questo nuovo Coronavirus e che possano essere una fonte di infezione per le persone.

Devo evitare il contatto con animali domestici o altri animali se sono malato?

Non bisogna maneggiare animali domestici o altri animali quando si è malati.

Cosa devo fare se il mio animale domestico o un altro animale si ammala dopo che è stato in contatto con una persona infettata dal nuovo coronavirus?

Se il tuo animale domestico o un altro animale si ammala, chiama il medico veterinario per fargli sapere che stai portando un animale malato che ha avuto contatti con una persona contagiata con il nuovo Coronavirus. Non portare l’animale in ambulatorio o in clinica veterinaria fino a quando non avrai avuto indicazioni dal personale della struttura. Raccontagli di qualsiasi contatto che l’animale avrebbe avuto con qualcuno infetto da nCoV- 2019.

 

Se il mio animale domestico o un altro animale è stato in contatto con qualcuno che è malato, possono diffondere la malattia ad altre persone?

Non sappiamo ancora se gli animali possono essere infettati. Inoltre, non sappiamo se possono ammalarsi a causa del nuovo Coronavirus. Attualmente non ci sono prove che gli animali possano essere infettati con questo nuovo Coronavirus e che possano essere fonte di infezione per le persone.

 

Quali sono le preoccupazioni relative agli animali domestici che sono stati in contatto con persone infette da questo virus?

Mentre sembra che questo virus possa essere emerso da una fonte animale, ora si sta diffondendo da persona a persona. Si ritiene che la diffusione da persona a persona si verifichi principalmente attraverso goccioline respiratorie prodotte quando una persona infetta tossisce o starnutisce. Al momento, non è chiara la capacità di diffusione di questo virus tra le persone. È importante sottolineare che fino ad oggi non ci sono dati che indicano che i cani ed i gatti possano essere infettati dal nCoV-2019.

 

Cosa si dovrebbe fare con gli animali nelle aree in cui il virus è attivo?

Attualmente non ci sono prove che gli animali domestici possano essere infettati da questo nuovo Coronavirus. Questa è una situazione in rapida evoluzione e le informazioni verranno aggiornate man mano che saranno disponibili. Sebbene non ci siano state segnalazioni di animali domestici o altri animali che si ammalano con il nCoV-2019, diversi tipi di Coronavirus possono causare malattie negli animali e diffondersi tra animali e persone. Fino a quando non ne sapremo di più, nelle aree dove il virus è attivo, bisognerebbe evitare il contatto con gli animali e indossare una mascherina se si interagisce con gli animali o se ne prende cura. Tuttavia, le persone con diagnosi di nCoV-2019 dovrebbero stare lontano dagli animali domestici per proteggerli dal potenziale di diffusione della malattia.

 

I medici veterinari dovrebbero iniziare a vaccinare i cani contro il coronavirus canino a causa del rischio di nCoV- 2019?

I vaccini contro il Coronavirus canino disponibili hanno lo scopo di proteggere l’infezione da Coronavirus enterico e NON sono autorizzati per la protezione contro le infezioni respiratorie.

I medici veterinari NON dovrebbero usare tali vaccini nell’attuale epidemia pensando che possano essere una forma di protezione incrociata contro nCoV-2019.

Non ci sono assolutamente prove che in cani vaccinati, i vaccini disponibili in commercio forniscano una protezione crociata contro l’infezione da nCoV-2019, poiché i virus enterici e respiratori sono varianti nettamente diverse di Coronavirus.

Nessun vaccino è attualmente disponibile per l’infezione da Coronavirus respiratorio nel cane.

Coronavirus animali domestici

Articolo tratto dal web.

Lascia un commento