In cooperazione con Amazon.it

Cistite : Sintomi, Cause e Cure

Cistite

Sintomi, Cause e Cure

 

 

 

Le infezioni delle vie vie urinarie rappresentano la più comune infezione batterica per quanto riguarda i pazienti ambulatoriali e tra questi colpisce di più le donne.

Infatti, circa un terzo di esse ne è colpita entro i 25 anni e oltre la metà soffre di almeno un episodio nel corso della vita.

Le donne sono maggiormente colpite soprattutto per questioni anatomiche.

Le infezioni delle vie urinarie, si manifestano soprattutto a livello delle basse vie urinarie, in particolare della vescica (cistite) e in piccoli casi queste infezioni risalgono verso il rene (pielonefrite).

Le Cistiti a loro volta vanno distinte in SEMPLICI (o non complicate) e COMPLICATE.

 

 

Cosa causa la Cistite?

La maggior parte delle patologie del tratto urinario, è causata dalla normale flora batterica intestinale che penetra nel tratto urinario attraverso l’uretra e migra nella vescica, qui invade l’epitelio e determina la risposta infiammatoria caratteristica.

Oltre l’80% delle cistiti ambulatoriali sono dovute a ceppi di Escherichia Coli in grado di manifestare patogeniticità quando raggiungono nicchie anatomiche adatte.

Rare invece sono le adesioni di Proteus Mirabilis, Klebsiella pneumoniae e altri Enterobatteri.

Vari fattori sono deputati alla protezione della vescica dall’attacco dei batteri patogeni, e tra questi va ricordato il flusso urinario stesso, che tende a rimuovere i batteri non ancora adesi.

Una buona idratazione (bere acqua regolarmente) aiuta ad eliminarli.

La flora vaginale, grazie alla presenza dei lattobacilli, e al mantenimento di un ambiente acido, contrasta l’adesione dei batteri.

Tuttavia, tra i maggiori fattori di rischio vi è il sesso, in quanto nella donna il percorso tra l’ano e l’uretra è molto più breve che nell’uomo, infatti nell’uomo, il rischio di infezioni delle vie urinarie aumenta solo in età avanzata, spesso correlato all’ipertrofia prostatica.

Vari sono i fattori di rischio che causano cistite nella donna associati soprattutto all’età.

Nella donna in menopausa, ad esempio, prevalgono fattori meccanici e/o fisiologici che possono compromettere il regolare svuotamento della vescica nonchè precedente storia di cistiti ricorrenti.

In caso di scarsa idratazione, il rallentamento dello svuotamento della vescica dà più tempo ai batteri per aderire alla parete vescicale, riducendo l’efficacia dell’azione di rimozione dei batteri dovuta al flusso urinario.

La cistite è molto ricorrente in una grande percentuale di donne, in molte di loro, si ripresenta con una frequenza che può raggiungere o superare le sei volte all’anno.

Il fenomeno può rappresentare un problema soprattutto in quanto le opzioni terapeutiche sono ridotte in relazione al fenomeno della resistenza batterica.

 

Diagnosi

La diagnosi viene anticipata da sintomi quali :

  1. Urgenza e frequenza delle minzioni;
  2. Minzioni dolorose;
  3. Sensazione di malessere al basso addome;
  4. Urine scure o torbide.

In seguito, la diagnosi verrà confermata dal medico grazie all’analisi delle urine e all’urinocultura utile ad identificare il patogeno, e il relativo antibiogramma.

 

Cistite Cure e Rimedi

Un primo approccio è quello PREVENTIVO, e pone particolare attenzione ai fattori di rischio.

In primis, l’ausilio di dispositivi di protezione durante l’attività sessuale.

Durante gli episodi di cistite è consigliabile non mangiare alimenti acidificanti, come tè, caffè, alcol, cioccolato, carni lavorate, insaccati, fritti e cibi piccanti.

Questi alimenti possono irritare la vescica e così peggiorare i sintomi.

Va inoltre protetta anche l’integrità della flora vaginale con un’igiene intima accurata, con prodotti non troppo aggressivi e va assicurata una buona idratazione al fine di avere un buon ricambio dei volumi urinari.

In caso di cistite lieve o moderata vi sono a disposizione rimedi naturali con UVA URSINA o MIRTILLO AMERICANO ad esempio.

 

 

Articolo tratto da : “Inquadramento Clinico e Gestione dei Disturbi Minori in Farmacia” – C.Giua Marassi – Edra Edizioni.

 

 

Lascia un commento