In cooperazione con Amazon.it

Celiachia: possibili trattamenti

Celiachia: possibili trattamenti

 

 

 

Celiachia: possibili trattamenti

 

La celiachia non ha cure, ma la si può tenere sotto controllo efficacemente con l’alimentazione.

Una volta che il glutine è rimosso dalla dieta, le infiammazioni dell’intestino tenue cesseranno entro alcune settimane.

All’inizio può essere però necessario prendere degli integratori vitaminici e di minerali che il medico e il dietologo prescriveranno per aiutare a correggere le deficienze alimentari.

Nei bambini i vantaggi da una dieta libera da glutine sono immediati, non solo i loto sintomi migliorano immediatamente, ma anche il comportamento e la crescita tendono a normalizzarsi.

L’eliminazione del glutine comporta la necessità di fare a meno di tutti i cibi e gli ingredienti derivati dalla maggior parte dei grani, frumento, orzo, segale, e avena inclusi.

A causa del danneggiamento dell’intestino causato dal glutine, anche la digestione dei cibi che non lo contengono può causare dolori e fastidi.

 

Celiachia e Intolleranza al lattosio?

 

Alcune persone affette da celiachia, ad esempio, non sono in grado di tollerare lo zucchero contenuto nel latte (lattosio) che si trova nei prodotti caseari.

Se è presente anche questo caso, bisogna ridurre il cibo e le bevande che contengono il lattosio, così come quelli che contengono glutine.

Una volta che l’intestino è guarito, si può essere di nuovo in grado di digerire i prodotti caseari.

Non vi sono farmaci per la cura della celiachia, è molto più corretto parlare di possibili trattamenti.

 

Si guarisce dalla celiachia?

 

Di celiachia infatti, non si guarisce mai ma, mettendo in pratica alcune semplici regole alimentari, è possibile evitare i disturbi associati all’intolleranza al glutine.

Evitando la maggior parte dei cerali, per contro, il mais, il miglio, il riso ed alcuni pseudo – cereali come l’amaranto e la quinoa possono essere presenti nella dieta del celiaco, dato che non formano glutine a contatto con l’acqua.

Celiachia: possibili trattamenti

 

Tuttavia, dopo aver eliminato ogni traccia di glutine dall’organismo, l’infiammazione intestinale tende a scomparire gradualmente e, in poco tempo, tutti i sintomi che accompagnavano il disturbo svaniscono.

Nei casi più gravi, la guarigione può richiedere intere settimane o addirittura mesi.

Il controllo della dieta costituisce l’opzione terapeutica più adeguata per evitare i sintomi dovuti alla celiachia.

 

 

Che farmaci posso assumere per trattare la celiachia?

 

 

Di seguito sono riportate le classi di sostanze maggiormente impiegate nella terapia contro la celiachia, spetta però al medico scegliere il principio attivo e la posologia più indicati per il paziente, in base alla gravità della malattia, allo stato di salute, alla sua risposta alla cura.

I pazienti celiaci potrebbero (in alcuni casi) avere bisogno di un’integrazione vitaminica e minerale, formulata con: ferro, folati, vitamina B12, vitamina D, vitamina K.

L’integrazione di vitamine e minerali è utile per contrastare il possibile stato di malnutrizione nel contesto della celiachia.

È compito del medico prescrivere o consigliare l’integratore alimentare più corretto per il celiaco.

In alcuni pazienti inoltre, la reazione immunitaria si manifesta in maniera così violenta da richiedere la somministrazione di farmaci steroidei per controllare l’infiammazione intestinale.

Le informazioni sui farmaci per la cura della celiachia non intendono sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente.

Consultare sempre il proprio medico curante e/o specialista prima di assumere farmaci per la cura della celiachia.

 

 

Articolo correlato : Celiachia: sintomi, cause, diagnosi

 

 

Lascia un commento