Asma e Rinite Allergica

Asma e Rinite Allergica

 

 

L’asma e la rinite allergica sono due malattie molto frequenti e spesso associate tra loro.

L’asma e la rinite allergica possono manifestarsi già nell’infanzia, per poi protrarsi nell’età adulta.

I pazienti però, si rendono conto di soffrire di una delle due malattie solo in occasione di improvvisi attacchi acuti.

 

 

I sintomi di queste due patologie possono essere scarsi o assenti per lunghi periodi di tempo per poi presentarsi in modo improvviso in caso di elevata esposizione ai fattori scatenanti, di solito allergeni presenti nell’ambiente circostante.

Entrambe sono malattie croniche che possono accompagnare il paziente per tutta la vita.

Dall’asma e dalla rinite allergica è difficile guarire, ma queste due condizioni, se trattate efficacemente garantiscono una buona qualità della vita.

Con una terapia adeguata, quasi tutti i pazienti con asma possono realizzare e mantenere un buon controllo dei sintomi e condurre una vita del tutto normale.

 

 

 

Asma | Cause

 

L’asma è una malattia infiammatoria cronica, può durare per molti anni e/o addirittura per tutta la vita.

Spesso si manifesta con attacchi acuti, le cosiddette “riacutizzazioni” o “crisi asmatiche” che consistono in improvvise crisi di mancanza di respiro(dispnea), respiro sibilante, sensazione di oppressione toracica e tosse, specie di notte o al mattino, e che possono insorgere durante o successivamente lo svolgimento di un esercizio fisico.

La gravità dei sintomi varia da individuo a individuo.

L’asma non colpisce solo bambini ed adolescenti, ma sono sempre più frequenti le diagnosi in età adulta o nell’anziano.

L’asma si verifica quando un soggetto predisposto a sviluppare la malattia viene in contatto con specifici allergeni, che facilitano la comparsa e la gravità della malattia stessa.

L’asma è una malattia multifattoriale, e questi fattori, sovrapponendosi tra di loro, possono provocare la sua comparsa e il suo eventuale aggravamento.

La predisposizione familiare è una delle cause principali.

I fattori ambientali, che possono causare la comparsa dei sintomi dell’asma sono i cosiddetti “allergeni”, cioè sostanze a cui il paziente è allergico.

Gli allergeni più comuni sono:

  • Gli acari della polvere;
  • I pollini di varie piante;
  • I peli di gatto o di altri animali domestici e non.

 

Oltre agli allergeni, l’inquinamento ambientale è uno dei principali fattori scatenanti l’asma e la rinite allergica.

L’inquinamento ambientale insieme ad alcuni tipi di lavoro a rischio, lo stress, e il fumo di sigaretta possono causare ed esacerbare le infezioni respiratorie.

Nei pazienti con asma, il meccanismo che provoca i sintomi e gli attacchi acuti è dato dal broncospasmo.

Il broncospasmo è un’improvvisa ed esagerata contrazione della muscolatura liscia dei bronchi che determina l’ostruzione bronchiale.

In questo modo di verifica il processo infiammatorio che si instaura subito dopo il contatto con gli allergeni nei soggetti sensibilizzati.

Il broncospasmo causa un ostacolo al passaggio dell’aria perché quest’ultima rimane intrappolate nelle vie e aeree e si avvertono tosse, difficoltà respiratorie, mancanza d’aria, pesantezza ed oppressione toracica.

Il fenomeno si verifica quando la muscolatura bronchiale del paziente asmatico è caratterizzata da un’elevata “ipereattività”.

La muscolatura bronchiale del paziente asmatico, dopo l’inalazione di allergeni, si contrae e limita il passaggio dell’aria.

I bronchi del paziente asmatico, infatti, presentano uno stato di infiammazione cronica che provoca un aumento di spessore dei bronchi, ed un’eccessiva produzione di muco, che impediscono ulteriormente il passaggio dell’aria.

Ciò favorisce il ripetersi delle crisi di difficoltà respiratoria, quindi va tenuta sotto controllo l’infiammazione bronchiale cronica.

 

 

 

Rinite Allergica | Cause

 

La rinite allergica è una patologia provocata da ipersensibilità verso vari tipi di allergeni, i più frequenti sono:

  • Acari della polvere;
  • Pollini di varie piante;
  • Muffe;
  • Peli di animali domestici e non.

Si distinguono le seguenti forme di rinite:

  • Stagionale (in rapporto alla pollinazione);
  • Perenne (da allergeni la cui presenza non risente della stagionalità).

La rinite allergica si manifesta con attacchi acuti di:

  • Secrezione di muco dal naso (rinorrea);
  • Starnuti e prurito nasale;
  • Senso di ostruzione.

Spesso la rinite è associata anche a congiuntivite, sempre di natura allergica (rinocongiuntivite allergica), in questi casi, sono presenti sintomi a carico dell’occhio tra cui:

  • Arrossamento oculare;
  • Lacrimazione e bruciore oculare;
  • Insofferenza alla luce;
  • Senso di corpo estraneo nell’occhio.

 

L’asma e la rinite allergica per molto tempo possono non essere riconosciute e/o sottovalutate dal paziente.

Per entrambe le patologie esistono delle soluzioni appropriate che consentono di mantenere sotto controllo nel tempo la malattia.

L’asma può essere mantenuta sotto controllo attraverso una terapia farmacologica che deve essere eseguita quotidianamente per ridurre i sintomi, migliorare la funzionalità respiratoria e prevenire le crisi acute.

 

 

Articolo tratto dall’opuscolo “Asma e Rinite Allergica : L’importanza del controllo” del Prof. F. Bonifazi.

 

Bibliografia/Sitografia

Ginasma – Linee guida italiane – www.ginasma.it

Associazione Italiana di Aerobiologia  – www.ilpolline.it

Società Italiana di Allergologia ed Immunologia Clinica – www.siaaic.org

Associazione Allergologi Immunologi Territoriali e Ospedalieri –  www.aaiito.it

Lascia un commento