In cooperazione con Amazon.it

Aerosol e Aerosolterapia | Cos’è? I Fattori Importanti

Aerosol e Aerosolterapia

 

Un pò di storia…

L’intento di produrre vapore o Aerosol per il trattamento delle patologie polmonari è stato uno degli obiettivi più antichi della medicina, l’obiettivo era quello di arrivare ad un aerosolterapia.

Agli inizi del 900, verso il 1930, viene introdotto il primo “atomizzatore” di vetro per il trattamento dell’asma.

Aerosol e Aerosolterapia | Cos'è? I Fattori Importanti
immagine presa dal web

Verso gli anni ‘40 fu prodotto il nebulizzatore Collison che, per la capacità di filtrare le particelle di misura più grande, portò alla distinzione tra “atomizzazione” e “nebulizzazione”.

Aerosol e Aerosolterapia | Cos'è? I Fattori Importanti

Negli anni ’50 fu la volta del nebulizzatore Wright già più compatto e simile ai nebulizzatori tutt’ora in commercio.

Aerosol e Aerosolterapia | Cos'è? I Fattori Importanti

 

I primi nebulizzatori ad ultrasuoni vennero prodotti negli anni ’60 ed infine negli anni ’70 nascono gli inalatori a polvere secca .

 

 

Cos’è l’ Aerosol?Cos’è l’Aerosolterapia?

Con il termine di Aerosol si definisce una sospensione di particelle solide e/o liquide veicolate da un gas che può essere l’aria stessa o un propellente.

L’Aerosolterapia viene utilizzata anche in patologie non polmonari con la finalità di somministrare farmaci, vaccini, ormoni, direttamente nelle vie aeree.

Questa tecnica sfrutta la proprietà dei tessuti del sistema respiratorio per consentire un rapido ingresso nel circolo ematico dei farmaci.

La via inalatoria evita quindi il primo passaggio epatico, che riduce notevolmente la percentuale di farmaco assorbito.

Tuttavia, anche nel caso dell’aerosol, solo una piccola frazione di farmaco raggiunge i polmoni (tra il 2 e il 10%).

La restante parte si deposita a livello dell’orofaringe (gola) e viene poi deglutita, assorbita a livello intestinale e infine inattivata dal fegato.

 

Fattori che condizionano la buona riuscita dell’Aerosolterapia

Per una buona riuscita dell’Aerosolterpia bisogna tener conto di alcuni fattori importanti :

  • Il Paziente : per scegliere la miglior combinazione farmaco-strumento per ciascun paziente, dobbiamo tener conto dell’età, della situazione clinica, delle capacità cognitive, della compliance ai trattamenti e delle preferenze del paziente stesso(fattore non trascurabile).

Tutti questi elementi hanno un peso notevole sull’efficacia dell’aerosolterapia.

 

  • L’ ETA’ : per quello che riguarda il periodo neonatale e quello della prima infanzia, esistono condizioni particolari che interferiscono con un’ottimale esecuzione dell’aerosolterapia compresi un  minor diametro delle vie aree, la mancanza di coordinazione, un’elevata frequenza respiratoria, un tempo inspiratorio breve e l’incapacità di trattenere il respiro. Lo Stato di malattia respiratoria in quanto interferisce in maniera notevole sulla deposizione dell’aerosol nelle vie aeree.

 

  • Il tipo di patologia : nelle malattie ostruttive abbiamo una maggior deposizione a livello delle vie aeree più centrali mentre si riduce la percentuale di farmaco che riesce a raggiungere le vie aeree periferiche. Questo è dovuto principalmente alla riduzione del calibro delle vie aeree responsabile di un aumento del flusso turbolento e un incremento della frequenza respiratoria. 
Aerosol e Aerosolterapia | Cos'è? I Fattori Importanti
Immagine presa dal web

Argomento tratto da : “Aerosolterapia – a cura di M.C. Guenza – Centro Fibrosi Cistica di Genova”.

Lascia un commento